Uncategorized
Leave a Comment

Spring Summer 2016Trends | New Romantics

EN|IT La parata dei nuovi romantici. Alcuni di loro rispettano i parametri consueti e generalmente riconosciuti. Ce ne sono alcuni che reinterpretano l’allure romantica contaminandola con le più disparate influenze. Altri ancora invece gli danno una connotazione più ironica  aggiungendo così tante chiavi di lettura seppur mantenendo l’aura romantica.

ERDEM
ERDEM | I look innegabilmente hanno dei riferimenti all’età vittoriana , ancor di più dopo aver capito qual è  il concept dietro alla collezione presentata. L’approccio di Erdem Morialoglu è pensare ad una storia in modo tale da disegnare gli abiti della collezione specificatamente per le donne della sua storia. In questo caso  l’ispirazione è stata la “prairie madness”. La manifattura degli abiti è talmente buona da aver portato alla luce il paragone con Valentino più di una volta.

Cosa vorrei: nonostante questi abiti non siano indossabili quotidianamente, indosserei questo vestito per un evento speciale molto volentieri.

GUCCI

GUCCI | In meno di un anno Gucci è stata completamente trasformata ed il primo fashion show pensato da Alessandro Michele ha mostrato solo un inizio della sua idea di moda. Le modelle hanno calcato le passerelle con abiti che esprimevano individualità ed eccentricità. Paillettes, decide di stampe differenti, donne a pieghe e tessuti trasparenti sono solo alcuni degli elementi mescolati abilmente in questa collezione.

Cosa vorrei: adoro  questo cappotto talmente tanto che lo indosserei perfino in estate. In realtà anche quei guantini dorati non mi dispiacerebbero affatto.

GIAMBA
GIAMBA | La sfilata presentata da Giamba, la seconda linea di Giambattista Valli, mi ha fatto venire il mente il tipo di abiti che indosserebbe una ragazzina ricca e annoiata che pensa solo al diveritmento e ad uscire con i suoi amici. I vestiti sono ricoperti da paillettes, stelle e emoticons.

Cosa vorrei:  questo look composto da gilet in denim e shorts di paillettes. Non so se e dove potrei mai indossarli ma sono aborabili.

SIMONE ROCHA
SIMONE ROCHA | Questa stagione la giovane designer ha alzato la posta in gioco proponendo una collezione ispirata dalla ricerca sul bondage del fotografo giapponese Nobuyoshi Araki per incentrarsi sulla sperimentazione di fiocchi e trecce. La grande cura dei dettagli è perfettamente rappresentata dalla lavorazione delle calze.

Cosa vorrei: l’abito in organza, i pantaloni, le scarpe, i capelli…amo proprio tutto di questo look.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s